La Commissione europea ha annunciato nel 2015 un nuovo bando per l’Internet delle Cose composto da diverse aree di applicazione. Si tratta della ‘Call for Proposals on Internet of Things (IoT) Large Scale Pilots (LSPs)‘, iniziativa da 140 milioni di euro per lo sviluppo dell’ecosistema digitale in Europa a partire da tecnologie e piattaforme aperte (open platform).

I settori di applicazione dei progetti, detti IoT Focus Areas, che beneficeranno dei fondi (scadenza bando 12 aprile 2016), sono i seguenti: smart city, smart life, industria 4.0, sicurezza infrastrutture, sicurezza alimentare, veicoli a guida automatica, smart home, tecnologie indossabili.

Le risorse finanziarie stanziate dalla Commissione vanno a valere sull’Horizon 2020 Work Program 2016-2017. Unaseconda call è prevista a dicembre 2016(scadenza aprile 2017) per lo sviluppo di architetture avanzate IoT, intelligenza artificiale e smart networks.

Probabile una call internazionale da affiancare a quest’ultima, che coinvolgerà anche Giappone, Corea del Sud, Cina e Brasile sulle medesime IoT Focus Areas per il biennio 2016-2017.

Fonte: https://www.key4biz.it/internet-of-things-lue-investe-140-milioni-nel-biennio-2016-2017/146207/