da www.fnsi.it


Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto del Dipartimento per l’editoria del 20 aprile 2015 relativo all’assegnazione del contributo alle imprese editoriali, per l’anno 2014, che investono in progetti online a valere sul Fondo straordinario per gli interventi di sostegno all’editoria, come previsto dall’articolo 3, comma 4, del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 30 settembre 2014.

L’intervento si colloca nell’ambito degli incentivi agli investimenti in innovazione tecnologica e digitale concordati con il rinnovo contrattuale di fine giugno 2014 e riconosce alle imprese editoriali di nuova costituzione, nel limite di 500mila euro, un contributo a fronte di spese documentate sostenute per progetti innovativi da sottoporre alla valutazione di un’apposita commissione.
L’avviso, che fissa i criteri e le modalità per accedere ai contributi dedicati a sostenere le migliori iniziative editoriali sul web e reca in allegato la tabella dei codici Ateco identificativi delle aziende che possono partecipare al bando, è rivolto alle imprese “operanti nel settore dell’editoria e dell’informazione che editano libri e pubblicazioni giornalistiche, anche in via telematica, a carattere quotidiano o periodico, le agenzie di stampa a carattere nazionale o locale, le imprese esercenti attività di emittenza radiotelevisiva nazionale o locale che diffondono servizi e programmi di informazione giornalistica, nonché le imprese che ad esse forniscono prodotti giornalistici”.
Possono presentare richiesta per la concessione del contributo le imprese editoriali che siano costituite da non più di 48 mesi e che siano in regola con gli obblighi contributivi e previdenziali previsti dalla legge.
Costituirà – si legge ancora nell’avviso – motivo di preferenza il possesso dei requisiti richiesti dalla normativa per le start-up innovative iscritte alla apposita sezione speciale del registro delle imprese.

La  domanda può essere inoltrata fino al 27 maggio  utilizzando la modulistica pubblicata nella sezione dedicata del sito del dipartimento, all’indirizzo www.governo.it/die.
Le domande, firmate dal legale rappresentante dell’impresa, dovranno pervenire esclusivamente tramite posta elettronica certificata all’indirizzo archivio.die@mailbox.governo.it, allegando in formato elettronico la documentazione indicata nel formulario pubblicato sul sito e la proposta di progetto.
Sono ammesse le iniziative editoriali online già attive e quelle non ancora realizzate. Le risorse a disposizione ammontano, per l’anno 2014, a 500mila euro e saranno ripartite in cinque contributi fino ad un massimo di 100mila euro ciascuno, da destinare ai primi 3 progetti della graduatoria riguardante le iniziative già in essere e ai primi due della graduatoria riguardante quelle per le quali è stato presentato il progetto da realizzare.

Qui il link al testo pubblicato in Gazzetta Ufficiale.


Link: http://www.fnsi.it/Contenuti/Content.asp?AKey=17355