da www.sviluppoeconomico.gov.it


Il Ministero dello Sviluppo Economico di comune accordo con il Ministero dell’economia e delle Finanze intende sostenere progetti ICT e progetti di R&S finalizzati a promuovere un’economia efficiente sotto il profilo delle risorse, più verde e più competitiva, in grado di esercitare un significativo impatto sullo sviluppo del sistema produttivo e dell’economia del Paese, nell’ambito di quelle definite dal Programma quadro comunitario Horizon 2020.

 Beneficiari delle agevolazioni sono i seguenti soggetti:

a) le imprese che esercitano le attività di produzione di beni o di servizi, trasporti e imprese artigiane;

b) le imprese agro-industriali che svolgono prevalentemente attività industriale;

c) le imprese che esercitano le attività ausiliarie in favore delle imprese di cui alla lettera a);

d) i centri di ricerca con personalità giuridica;

e) i soggetti di cui alle lettere a), b), c) e d) definiti imprese start-up innovative.

Possono beneficiare delle due misure anche le imprese che realizzeranno progetti congiuntamente tra loro, mediante il ricorso allo strumento del contratto di rete o altre forme contrattuali (ad esempio, consorzio e accordo di partenariato), fino a un numero massimo di cinque.

Le risorse finanziarie disponibili per il primo bando per il settore ICT sono pari a € 150.000.000,00, mentre per il bando per l’Industria sostenibile, ammontano a € 250.000.000,00 a valere sulle risorse del Fondo per la crescita sostenibile; tali risorse possono essere integrate dalle risorse del Fondo rotativo per il sostegno alle imprese e gli investimenti in ricerca, istituito presso la Cassa depositi e prestiti S.p.a. dall’articolo 1, comma 354, della legge 30 dicembre 2004, n. 311. Le agevolazioni sono concesse sulla base di una procedura valutativa negoziale.

Allegati:


Link:

http://www.mise.gov.it/index.php/it/per-i-media/comunicati-stampa/2032648-grandi-progetti-di-ricerca-e-sviluppo-fissati-i-termini-per-presentare-le-istanze-preliminari