da key4biz.it


La Giunta regionale lancia la nuova edizione del bando 2015 per promuovere l’inclusione delle comunità nei processi decisionali e nella gestione del territorio: disponibili 200 mila euro. E’ possibile partecipare fino al 30 settembre.


La Regione Emilia-Romagna rinnova il suo impegno e la sua attenzione allo sviluppo urbano sostenibile, alla tutela ambientale, all’innovazione sociale e culturale, alle comunità intelligenti che animano il territorio e partecipano alla sua crescita.

Entro il 30 settembre prossimo è possibile partecipare al bando 2015 per il sostegno ai processi partecipativi.

Obiettivo generale dell’iniziativa è assicurare a soggetti pubblici e privati la possibilità di presentare progetti di partecipazione volti a promuovere una maggiore inclusione delle comunità nelle decisioni pubbliche.

I contributi disponibili sono pari a 200.000 euro e la domanda deve essere inoltrata entro le ore 14:00 del 30 settembre 2015. Il contributo massimo che può essere ottenuto da ciascun progetto ammesso è di 20.000 euro. L’erogazione avverrà in due tranche: la prima equivalente al 20% e la seconda equivalente all’80%.

Come già accennato, quest’anno l’attenzione è rivolta a processi partecipativi riguardanti progetti riconducibili all’ambito delle politiche di salvaguardia dell’ambiente e del territorio urbano, all’ambito delle politiche di welfare con riguardo particolare al sostegno delle pari opportunità di genere e/o al contrasto a tutte le forme di discriminazione diretta o indiretta nei confronti delle persone, a progetti di revisione statutaria o elaborazione di regolamenti purchè riguardanti gli istituti di partecipazione dei cittadini.

Per qualsiasi informazione rivolgersi all’indirizzo mail: servizioinnov@regione.emilia-romagna.it.

Qui di seguito tutti i documenti di riferimento perpartecipare al bando: