da www.key4biz.it


Mancano meno di 90 giorni all’inizio dell’Anno Santo indetto da Papa Francesco. Tra gli interventi in programma: pulizia della città, mobilità e trasporti, manutenzione delle aree verdi, tecnologie digitali per l’informazione e la sicurezza, manutenzione speciale delle strade. Attesi fino a 100 mila pellegrini al giorno. E’ caccia ai fondi.


Giubileo Roma

Il primo cantiere per il Giubileo straordinario della Misericordia di Roma è stato aperto alla stazione di Termini  lunedì 7 settembre. Si è attuato quanto stabilito dalla segreteria tecnica di coordinamento che si è insediata in Prefettura e composta da: il prefetto Franco Gabrielli, gli assessori ai Lavori Pubblici Maurizio Pucci e ai Grandi Eventi Alessandra Cattoi, il comandante dei Vigili urbani Raffaele Clemente e la responsabile sicurezza nel Gabinetto del Sindaco Rossella Matarazzo.

Più di 80 gli interventi previsti dalla Giunta capitolina ed integrati nel nuovo piano regolatore, tra cui: accoglienza, mobilità, trasporti, informazioni ai pellegrini, sicurezza, decoro e servizi di qualità. Stanziati nei giorni scorsi 50 milioni di euro per i primi lavori (grazie ad un allentamento del patto di stabilità per la Capitale) che da metà settembre diventeranno ‘forzati’, con turni di 24 ore su 24.

Come conferma anche una nota di Roma Capitale, tra le decine di interventi in programma, le aree maggiormente interessate saranno:

  • pulizia e manutenzione della città (in primis decoro, pulizia di strade e caditoie, raccolta differenziata, bagni pubblici);
  • tutela e valorizzazione del verde cittadino;
  • più trasporto pubblico e mobilità (cominciando da quella sostenibile: piste ciclabili e isole pedonali), con maggiore impiego di tecnologie digitali per facilitare l’informazione (“info-mobilità”) e per aumentare controllo e sicurezza;
  • riqualificazione delle strade più interessate dai flussi di pellegrini e turisti (grande viabilità, collegamenti con aeroporti e stazioni, vie di accesso al G.R.A, collegamenti con – e tra – le basiliche e le tradizionali mete di turismo religioso, percorsi giubilari dedicati);
  • miglioramento dell’illuminazione pubblica delle strade;
  • manutenzione linee metro e tram.

Oltre ai 50 milioni di euro già previsti nel pacchetto Roma, se ne cercano subito altri 30-40 milioni, e novità a breve sono attese da nuovi incontri a Palazzo Chigi. Cambiano anche le regole, in via straordinaria, come ha spiegato a Rai News l’Assessore alla Legalità di Roma,Alfonso Sabella: “L’obiettivo è di partire con i nuovi cantieri h24 dal 10-15 settembre. Qualche disagio per i cittadini ci sarà ma è inevitabile: siamo al limite”. Così i tempi per le gare saranno dimezzati: per la presentazione delle offerte si passerà dal limite dei 30 giorni a 15 mentre per la pubblicaizone del bando da 60 a 30. Il tutto con la supervisione dell’Anticorruzione”.

Nei giorni scorsi, a seguito di un incontro tra il vicesindaco di Roma e assessore al Bilancio,Marco Causi, e il ministro alle Infrastrutture e ai Trasporti, Graziano Delrio, è stata confermata la realizzazione del Ponte dei Congressi, opera ritenuta infrastruttura strategica per la mobilità di Roma, e anche la realizzazione del Grab (Grande Raccordo Anulare delle Bici), la grande rete ciclopedonale che attraverserà la Capitale per oltre 40 chilometri.

Con la partenza dei cantieri del Giubileo a Roma comincerà il contro alla rovescia per l’8 dicembre, giorno dell’Immacolata concezione e inizio ufficiale delle celebrazioni dell’Anno santo voluto da Papa Francesco.

Mancano meno di 90 giorni giorni all’inizio delle manifestazioni e, secondo gli ultimi dati resi noti dall’assessore ai Lavori Pubblici di Roma: “Avremo una presenza nei giorni ordinari, al di là di turisti e cittadini, di almeno 40-50 mila pellegrini in città. Saranno molti di più il mercoledì e il sabato per le udienze del Papa, la domenica e per i grandi appuntamenti religiosi. A partire dal 16 gennaio, inoltre, si prevede una presenza di oltre 100 mila pellegrini“.